L'invecchiamento decapé: quando l'usura diventa elegante

Foto anta fintura decapé

Il termine decapé, detto anche shabby-chic indica un'antica tecnica decorativa francese risalente al periodo di Luigi XV utilizzata per dare al legno uno straordinario effetto di usura e invecchiamento, imitando il logorio del tempo.

La tecnica decapé viene rilanciata in epoca recente con il nome di "Shabby Chic" dalla arredatrice americana Rachel Ashwell, che accosta a questo stile country una scelta precisa degli elementi d'arredo: bianco e avorio per i mobili e i muri, mentre il colore viene dagli oggetti, dai tendaggi e dalle piante.

Si definisce decapé qualsiasi finitura abrasa e consumata nei punti di maggiore usura, che lasci intravedere il colore della vernice di fondo o addirittura le venature del legno, donando al mobile un aspetto vissuto. I migliori risultati si ottengono negli spigoli delle ante, nei contorni dei pomelli e nel legno in prossimità delle maniglie.

Foto tavolo fintura decapé

Esistono molte varianti di questa rifinitura, specie nella tonalità dei colori, ma solitamente si utilizzano colori chiari e pastello in superficie e colori scuri che affiorano con un raffinato effetto di usura.

La tecnica decapé é indicata anche per rinnovare con poca spesa non solo vecchi mobili di scarso valore, ma anche porte, finestre, e cornici. Il contrasto tra l'elegante e l'usurato permette di reinterpretare l'ambiente in uno stile country e gli conferisce il sapore semplice dei mobili vissuti.